Tiburtina e l’elevatore: nascita di un’amicizia

Le solite, inutili, vuote parole rompono il silenzio. Hanno vita propria. Si animano e riempiono gli spazi che fatichiamo a sopportare: i silenzi. “È stato a Roma per lavoro dotto’?” “Si” “Èannato tutto bene?”. Come se gliene fregasse qualcosa… “Si” “Caldo bestiale in questi giorni…” “Nun me lo dica dotto’… Un’altra giornata così e moro”. … More Tiburtina e l’elevatore: nascita di un’amicizia

“Io adoro le rotelle…”

E dopo due anni di collaborazione con Aida Partners come direttore dell’Area Sostenibilità & Economia Civile finalmente abbiamo il nostro ufficio! Il trasloco è veloce e indolore. Dopo due anni di pellegrinaggio quotidiano alla ricerca di una postazione libera o di una quotidiana negoziazione con Gabriella, la segretaria di direzione, per ottenere una sala, tutti … More “Io adoro le rotelle…”

E ora, rallentare…

Una settimana steso da una bronchite micidiale. Non riesco ad alzarmi tanta è la febbre. La tosse mi blocca il respiro. Mi guardo intorno. Nella camera illuminata dalla luce notturna le ombre si arrampicano ovunque. Non si lasciano sfuggire alcun appiglio. Un pensiero sta cercando di farsi strada verso la mia coscienza. Percepisco la sua … More E ora, rallentare…

Retroscena a “La vita in diretta”

Marco Liorni ha appena lanciato il servizio. Alcune badanti stanno raccontando la loro vita nelle famiglie milanesi. “Stepan, quando rientriamo in studio riprendo da te. Ti chiedo com’è lavorare con Riccardo”. Marco Liorni mette sul chi va là Stepan. “Ok”. Stepan risponde con sicurezza. Un colibrì non farebbe in tempo a battere le ali una … More Retroscena a “La vita in diretta”

Il “sommelier” alla stazione

PRIMA LEGGI: “Il sommelier ucraino (parte 1)” PRIMA LEGGI: “Finché c’è la salute …” Roma. Stazione Tiburtina. Il Binario 6 è più affollato del solito. Sciopero dei mezzi pubblici, una pioggia inarrestabile, “Black Friday” sono i complici della massa di umanità che ci circonda. Fabrizio ci ha raggiunti al bar, pronto ad assistermi a montare … More Il “sommelier” alla stazione

Che fai? Stringi?

Scendo agilmente i cinque gradini che portano al bar nel seminterrato dell’Università. Volto a destra. Ai nostri tavoli, i nostri soliti tavoli, ci sono tutti. Sono uscito dal Besta la mattina. Il primo ricovero è terminato con una massiccia dose di cortisone. Già nei primi giorni le mani avevano cominciato a riprendersi. Sono arrivato a … More Che fai? Stringi?