Tiburtina e l’elevatore: nascita di un’amicizia

Le solite, inutili, vuote parole rompono il silenzio. Hanno vita propria. Si animano e riempiono gli spazi che fatichiamo a sopportare: i silenzi. “È stato a Roma per lavoro dotto’?” “Si” “Èannato tutto bene?”. Come se gliene fregasse qualcosa… “Si” “Caldo bestiale in questi giorni…” “Nun me lo dica dotto’… Un’altra giornata così e moro”. … More Tiburtina e l’elevatore: nascita di un’amicizia

Finché c’è la salute…

“… In fondo Riccardo, che te devo dì,… finché c’è la salute…” “Maurizio, guarda che quello è un concetto sopravvalutato” “Riccardo, che stai a dì? Quando c’hai la salute puoi fare quello che vuoi…” “Maurì, cosa stai facendo?” “Te stò a spingere la carrozzina” “Appunto Maurì” “E c’hai ragione pure tu, Riccà”   Leggi anche: … More Finché c’è la salute…