Giornalisti nell’erba (recensione 01-01-2016)

Quando aveva 5 anni, e nessuna coscienza ambientale, giocava a pulire le spiagge in Libia. Segno premonitore, forse. Quando aveva 5 anni era un frignone. E’ lui a dirlo, con la stessa autoironia che filtra imperterrita nonostante “tutte le fortune” che gli capitano e che elenca implacabile nelle pagine del suo libro.

In copertina una sintesi: carrozzella, scarpe da ginnastica, biglietti aerei e carte d’imbarco, biglietti per il teatro, tablet, libri, cintura rossa di judo, cellulare, bicchiere con la cannuccia e foto dei badanti. Riccardo Taverna fa ridere.

Oggi di mestiere fa il consulente per la stesura dei bilanci di sostenibilità, rileva, ricuce, organizza, dispone e comunica i percorsi sostenibili delle aziende. Fa il rendicontatore pedante, ma non lo è. E’ stato un bambino viziato e felice, nell’ovatta, poi un adolescente spaesato durante le occupazioni del liceo, uno judoka ispirato (anche bravo, soprattutto a cadere), che ha tirato dritto, trattenendo il fiato, fino alla maturità, facendosi nel frattempo amici e ragazze.

CLICCA SULL’IMMAGINE PER LEGGERE LA RECENSIONE COMPLETAGnE


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...